Archive for marzo 2007

Ape blogging tour.

marzo 29, 2007

Bella questa idea, venuta fuori dal Citizen Camp di Bologna.

E’ ancora un abbozzo di progetto, ma il proposito di muoversi nella “lunga coda” della provincia italiana e favorire lo sviluppo (o la riscoperta) di una cultura della conversazione, mi sembra un obiettivo per cui vale la pena impegnare tempo e energia.
Essendo blogger, di blog si parla e da lì si parte, ma come ormai sappiamo, le conversazioni iniziate in Rete fanno venire voglia di incontrarsi e di continuarle anche di persona, nella vita reale.

E chi come me  è nato e cresciuto in provincia, per dirla con Samuele Bersani “a 6 km di curve dalla vita” (ma spesso i km sono molti di più), sa quanto ci può essere bisogno di uno stimolo culturale, di uno strumento anche piccolo per provare a “fare” qualcosa di concreto.

Annunci

Dal desktop al browser e ritorno.

marzo 27, 2007

Nel campo delle applicazioni software assistiamo in questi ultimi tempi a due tendenze apparentemente contrapposte.

Da un lato, tipiche applicazioni desktop diventano on-line, basti pensare ai numerosi tool per creare slide tipo Power Point – Slideshare, Scrapblog, Formatpixel per citarne alcuni-, agli strumenti office di Google Apps e di Zoho. Anche Adobe ha annunciato una versione on-line di Photoshop.

Dall’altro lato sta diventando una tendenza permettere l’accesso off-line, con sincronizzazione dei dati, ad applicazioni web. Firefox ha annunciato che la versione 3 permetterà ai siti di funzionare off-line accedendo a dati memorizzati in locale, Adobe ha appena rilasciato la versione alfa di Apollo che permetterà di sviluppare applicazioni off-line/on-line, alcune startup come Scrybe e Zimbra stanno sperimentando questa modalità ibrida.

Le ragioni per avere una applicazione on-line sono chiare: non dovere installare applicazioni sul proprio pc e poter accedere ad applicazione e dati da qualsiasi postazione, quasi sempre gratuitamente.
La seconda esigenza mi sembra meno pressante, pensando ad un mondo in cui l’accesso ad Internet è sempre più disponibile anche se, sicuramente, mentre si è in viaggio, in aereo ad esempio, o in una qualsiasi situazione priva di connessione, poter lavorare off-line e sincronizzarsi successivamente può essere utile.

I temi di Google.

marzo 24, 2007

temi3.jpg

Va bene, è una stupidaggine, però sono tanto carini i nuovi temi che Google ha messo a disposizione per la home page personalizzata, per ora solo nella versione inglese. Per attivarli bisogna andare nella home page generica di Google, scegliere “Google.com in english” e andare nella home page personalizzata: a questo punto a destra, vicino alla voce “Add stuff” compare “New!Select theme” e da lì si scelgono. La cosa divertente è che le immagini della testata cambiano a seconda delle ore del giorno (paesaggio diurno e notturno) e almeno per uno, bus-stop, pare anche a seconda delle condizioni climatiche reali (ma questo non ho potuto verificarlo, qua il tempo è più o meno lo stesso negli ultimi giorni).

Inoltre sembra che alle 3.14 di notte si attivino quelle che vengono chiamate easter eggs, uova di pasqua, scherzi inseriti dai programmatori nel codice. In questo caso compaiono immagini supplementari negli sfondi, tipo un ufo che atterra nel paesaggio city scape.  Divertente, ma non così tanto da farmi stare sveglia all’ora del pi greco per vederli. 🙂

User generated advertising.

marzo 22, 2007

Nei giorni scorsi è stata presentata in anteprima la nuova 500. Tra le iniziative promozionali, un concorso per creare una campagna pubblicitaria: si scarica un kit contenente brief, loghi e immagini ufficiali e si può proporre uno storyboard o il progetto finito. In palio 2 Fiat 500 e 2 ingressi per il prossimo Festival della Pubblicità di Cannes con relativo soggiorno.

Da circa 1 mese, è online Zooppa, società italo-americana finanziata da capitali italiani (!) che ha come scopo proprio la gestione di concorsi tra video promozionali creati dagli utenti. Vengono periodicamente lanciati concorsi legati ad un brand, gli utenti caricano i video promozionali autoprodotti e la comunità vota i migliori: al termine del tempo previsto i 3 video che hanno ottenuto il maggior numero di voti vengono premiati con 1500, 1300 e 1000 $. Il brand può decidere di utilizzare i video per le proprie campagne di comunicazione.

Mi chiedo: moda passeggera o ridefinizione dei concetti di qualità, creatività e del ruolo di chi finora ha prodotto professionalmente contenuti?

SecondLearning, a scuola in SecondLife.

marzo 21, 2007

2learning1.JPG

Ieri sera sono stata a scuola su SecondLife. Nella lezione Costruzioni I, organizzata da SecondLearning, ho imparato a costruire oggetti tridimensionali, spostarli, ridimensionarli, cambiare il loro aspetto.

E’ stato divertente, la lezione è durata 1 ora, che è volata via veloce. Inoltre, essendo l’argomento del corso proprio SecondLife, è stata anche molto efficace: come imparare in modo migliore che provando direttamente a fare le cose che vengono spiegate? Sarebbe interessante sperimentare le stesse modalità applicate ad un’altra materia.

Per chi è interessato a partecipare a questo progetto di ricerca educativa, questa sera alle ore 21.30 lezione di Scripting, domani sera alle 21 Costruzioni II, tutte le info su www.secondlearning.it

Twittervision, voci dal mondo.

marzo 20, 2007

Una nuova applicazione mash-up, Twittervision, prende gli ultimi messaggi inviati via twitter e li posiziona sulle mappe di Google. Affascinante e ipnotico.

La settimana blogosferica (12 – 18 marzo)

marzo 19, 2007

Twitter, twitter e ancora twitter, è tutto un cinguettio.

Polemica Carlini-blogger come se piovesse.

Ma perchè le aziende aprono sedi su SecondLife?

La twittermania dilaga e impazza.

marzo 14, 2007

Ne avevo parlato con un po’ di scetticismo, ma l’uso di Twitter pare aumentare a velocità impressionante e nella blogosfera se ne scrive molto.
Alla recente SWSX conference a Austin, Texas, Twitter è emerso prepotentemente come il tool del momento, con una propagazione virale per numero di utenti e di messaggi scambiati (vedi qui).
Chi lo usa per fare microblogging, chi semplicemente per “esserci”, chi si interroga sui limiti dell’attenzione umana.
Quando qualcuno  chiede un esempio di applicazione pratica e utile di Twitter, la migliore risposta che ottiene è che potrebbe essere utilizzato in caso di terremoto (comprensibile per chi vive sulla faglia di S. Andrea in attesa del Big One).
Ma Robert Scoble, uno dei più famosi blogger americani e grande utilizzatore di Twitter dice: “Big revolutions always start with the stupidest small things.”
Una storia da seguire con attenzione.

La cena delle donne tecnologiche.

marzo 12, 2007

Il 30 marzo a Milano la prima “Girl Geek Dinner Italia”, un’occasione per incontrare persone interessanti e confrontarsi su interessi comuni, divertendosi. La cena, sponsorizzata da Excite Italia e Dada.net, è rivolta a donne appassionate di Internet e nuovi media, gli uomini sono ammessi ma solo come invitati speciali delle ragazze.

Io mi sono iscritta 🙂

Le 50 persone più importanti di Internet.

marzo 10, 2007

PcWorld ha pubblicato una lista delle 50 persone attualmente più influenti nella definizione e sviluppo di Internet.

Ho contato in tutto 5 donne, siamo alle solite 😦