La Storia nel Futuro.

gennaio 15, 2009

Interessante ciclo di conferenze presso la facoltà di Ingegneria dell’Università di Genova.

Le conferenze sono rivolte ai laureandi e ai neolaureati ma sono aperte al pubblico. Hanno lo scopo di diffondere la cultura di impresa e di innovazione e presentano un taglio molto concreto, chiamando a raccontare la propria esperienze persone che, spesso partendo da Genova e da quella stessa facoltà, sono riuscite a intraprendere percorsi professionali di successo, anche a livello internazionale.

Inoltre, ad un gruppo di studenti e neolaureati che partecipano al progetto, viene offerta la possibilità di effettuare uno Study Tour in Silicon Valley, qui il social network di supporto all’iniziativa.

Le prossime conferenze in programma sono:

26 gennaio Andrea Facchini, Direttore Marketing Nokia Italia “Nokia e Ovi: una porta verso il mondo Internet”

2 marzo Sergio Rossi, Executive Vice President Accent “Uno spin off di STM nella microelettronica, storia e risultati di Accent”

16 marzo Luigi Capello e Lorenzo Franchini, Italia Angels for Growth “I Business Angels in Italia: opportunità per chi ha idee di impresa high tech”

tutte le conferenze si tengono a Villa Cambiaso, via Montallegro 1, nel Salone al Piano Nobile alle ore 17.

Altre informazioni sul sito dell’associazione La Storia nel Futuro.

Annunci

Il blog dell’associazione diabete giovanile di Genova.

gennaio 14, 2009

adg

L’ADG Genova ha aperto recentemente un blog, gestito dal presidente Giuseppe Boriello, su mia istigazione 😉

Il blog è  un canale attraverso cui l’associazione pubblica costantemente gli aggiornamenti relativi alle proprie attività, ma anche uno strumento per trasmettere informazioni utili a chi si trova ad avere a che fare con il diabete giovanile e un punto di incontro virtuale a cui chiunque può accedere, partecipare, porre domande, raccontare storie.

Anche il personale del centro diabetologico dell’Ospedale  Gaslini frequenterà il blog, perchè è molto chiaro a tutti che parlarsi, raccontarsi i problemi, pensare insieme a possibili miglioramenti anche nelle piccole questioni quotidiane è il primo passo per costruire condizioni di vita migliore.

CCS Centro collaborazione sviluppo onlus.

dicembre 22, 2008

ccs_top
Ancora solidarietà per una associazione che si occupa di favorire l’istruzione dei bambini nei paesi in via di sviluppo.
È l’associazione CCS, che propone azioni di sostegno a distanza per un singolo bambino o per una scuola, offerte libere e offerte per specifici progetti illustrati sul sito.

Hai mai pensato di regalare uno Yak?

dicembre 9, 2008

yak

No, non è un regalo originale per chi ha già tutto, ma un regalo per chi non ha niente.

stcplumpynut

È un’idea di SavetheChildren, onlus internazionale che difende i diritti dei bambini e che ha pensato per questo Natale a una speciale Lista dei desideri: oltre allo Yak peloso si possono regalare 40 polli, 6 caprette, copertine per neonati, vaccini, medicinali e altri oggetti che possono letteralmente salvare delle vite nei paesi più poveri. Anzichè regalare ai nostri amici l’ennesimo oggetto inutile, possiamo scegliere i regali da questa lista: i nostri amici riceveranno un biglietto di auguri disegnato dai bambini e per qualcuno, in qualche parte del mondo, sarà un pochino più facile sopravvivere.

È un’ottima idea anche per sostituire i regali aziendali e le bomboniere (che nessuno di noi rimpiangerà mai, per dire).

La campagna è supportata da BuzzParadise, che si impegna a contribuire con 10€ per ogni post che aiuti a comunicare l’iniziativa.

Talkwebank: una banca che parla e con cui si può parlare.

novembre 27, 2008

webank
Ieri sera, su invito di DigitalPR, sono stata a Milano a un aperitivo organizzato da Webank.
Già da tempo Webank è attiva nella sperimentazione di strumenti web 2.0 per migliorare la propria comunicazione e il rapporto con i clienti reali o potenziali: uno spazio su mySpace, i podcast, un blog, la presenza su diversi social networks.
A tutto questo da ora si aggiunge una community, Talkwebank, organizzata sul modello di Yahoo answers, in cui gli iscritti possono porre domande su tematiche finanziarie e ottenere risposte dagli altri utenti e, in qualche misura, anche dai responsabili delle diverse aree di Webank stessa.
Lo strumento è interessante e interessante sarà vedere quanto saprà aggregare e indurre gli utenti a partecipare.
Molto positivo, in generale, l’approccio di Webank, che non ritiene che il tasso di interesse sia l’unica leva da muovere per attirare clienti, ma che punta soprattutto sulla qualità del servizio: e allora, ad esempio, il Call Center, che non è in outsourcing, ma gestito internamente, si vanta di rispondere al massimo al terzo squillo, gli utenti possono chiedere di venire richiamati in una specifica fascia oraria, chi ha iniziato la procedura online per aprire un conto e non l’ha portata a termine viene ricontattato per capire se il problema è stato di carattere tecnico o di scarsa chiarezza e se si può quindi intervenire per migliorare la procedura.
Un’azienda, insomma, che ha voglia di ascoltare e di dare delle risposte concrete. Ce ne fossero!

Conoscere i propri limiti.

novembre 10, 2008

Sul sito aziendale è arrivato qualcuno che cercava:

“corsi di lingua onlain”

in effetti un corso di lingua… 😉

Sconto per LeWeb08, Parigi.

novembre 6, 2008

Registerleweb20disc

Se qualcuno è interessato a partecipare a LeWeb08 a Parigi il 9 e 10 dicembre prossimi e non ha ancora acquistato il biglietto, può ottenere un 20% di sconto.

E’ sufficiente lasciare un commento a questo post e invierò il codice con cui acquistare un biglietto a € 1196 (invece di € 1495) entro il 20 Novembre oppure a € 1435.20 (invece di € 1794) dal 21 Novembre in poi.

Sì, è sempre tanto, ma nel caso…

Evvai!!!

novembre 5, 2008

artobamaspeechcnn

Qui la trascrizione e il video del primo discorso da vincitore.

Go Obama go!!!

Carrefour, fai qualcosa!

settembre 15, 2008

Leggere vicende come quella raccontata qui fa male e fa anche paura, perchè il livello di ignoranza e di imbarbarimento della nostra società sembra peggiorare di giorno in giorno.

Io non credo che quanto accaduto rappresenti la filosofia aziendale di Carrefour, ma, a conferma di ciò, vorrei che l’azienda intervenisse e facesse sapere a tutti noi quali misure intende applicare perchè episodi vergognosi come questo non accadano MAI più.

Questo è l’indirizzo email per chiederne conto personalmente: servizioclienti@carrefour.com

Presentazione Bloglab.

giugno 5, 2008

Ecco le mie slide per l’incontro Bloglab del 18 maggio scorso a Savona.

In sintesi (che le slide da sole non sono mai molto significative) ho citato le ultime ricerche relative al numero di persone che in Italia scrivono e leggono blog. Avendo presenti le obiezioni mosse ad alcuni di questi dati, tra gli altri, da Stefano Epifani, penso che, comunque, anche noi che frequentiamo quotidianamente la blogosfera, tendiamo a vederne solo una piccola parte, sottovalutandone le dimensioni complessive. Il gruppo di blogger molto visibili (ai primi posti delle classifiche, presenti agli eventi, corteggiati dalle agenzie di marketing) è solo la punta del proverbiale iceberg. La blogosfera non è un’entità omogenea e definibile nel suo insieme e, soprattutto, è in continuo divenire. Seguono alcuni dati, del tutto provvisori e parziali, derivati da un’attività che sto svolgendo sui local blog attivi in Italia.